Manifesto2-nuovo Messaggio-di-speranza Pubblicità avvio PON 65 conclusione-coding-for-kids Locandina-ridotta-600-337-2 modulo-avolio

Sospensione attività didattiche a distanza

A tutta la comunità scolastica

docenti – personale ATA – genitori – studenti

 

Con oggi 9 aprile 2020, come da calendario scolastico, si entra nel periodo delle vacanze pasquali, pertanto le attività didattiche a distanza saranno sospese fino al giorno 14; riprenderanno mercoledì 15, in modalità a distanza, qualora siano prorogate le misure attualmente in vigore fino al 13.04.2020.

Al personale ATA (amministrativo e tecnico) che attualmente sta lavorando in smart working ricordo che sabato 11 aprile, da decreto del dirigente prot. n. 2624 del 30.10.2020, è disposta la sospensione delle attività in Amministrazione.

Si coglie l’occasione per ringraziare sentitamente tutti coloro che stanno lavorando, sperimentando e ricercando con passione nuove modalità per gestire la relazione didattico-educativa, con i limiti che ci possono essere, ma anche con le opportunità e gli orizzonti che questa situazione può svelarci.

Ora, più che in altre occasioni, stiamo vivendo l’importanza di essere comunità, un senso di appartenenza che non nasce dalla semplice somma di un numero di persone che frequentano la stessa scuola, ma dalla relazione che tra loro si costruisce e dal sentimento di sentirsi legati gli uni agli altri, importanti gli uni per gli altri. In una delle mie prime comunicazioni vi avevo scritto di questo momento come di un tempo sospeso, che però non è mai stato fermo, se quella sensazione ci ha pervaso i primi giorni, poi ha lasciato il posto alla volontà e alla responsabilità dei più che hanno creduto veramente che la scuola non potesse fermarsi.

Per l’occasione mi pregio di porgere a tutta la comunità scolastica sinceri auguri per questa Santa Pasqua.

                                                                                                                                              Il Dirigente Scolastico

                                                                                                                                                   Licia Marozzo

Decreto proroga chiusura scuola

In allegato il decreto del Dirigente Scolastico di proroga chiusura scuola e riorganizzazione del servizio

Attachments:

Integrazione atto di indirizzo

In allegato si pubblica una integrazione all'atto di indirizzo del Dirigente Scolastico

Nuove disposizioni organizzative di servizio

In allegato si pubblicano le nuove disposizioni di servizio

Chiusura uffici amministrativi

In allegato si pubblica il dispositivo di chiusura uffici di segreteria

Funzionamento uffici amministrativi

In allegato si trasmette il dispositivo del Dirigente Scolastico sul funzionamento degli uffici amministrativi

Comunicazione del Dirigente Scolastico

 

Carissimi genitori e studenti,

inizia una settimana in cui dobbiamo far prevalere un senso di responsabilità individuale e collettiva. La nostra scuola, come le tante altre in Italia, ha dovuto interrompere repentinamente il proprio servizio, ma come anticipatovi sta continuando a lavorare affinché non si perda il contatto con tutti voi.

Essere collegati con sistemi digitali non sostituisce l’essere presente in classe con compagni e insegnanti, ma certamente aiuta a mantenere un contatto e un legame con gli altri.

Mi rivolgo in particolare agli/alle alunni/e piccoli e grandi: questa non è una vacanza, è un tempo “sospeso” in cui tutti dobbiamo dare il nostro contributo per gestire al meglio la situazione. Mi auguro che possiate usare questo tempo scoprendo attività che la routine quotidiana non vi ha dato la possibilità di conoscere e apprezzare.

Siate responsabili come studenti e assolvete i vostri impegni svolgendo le attività che i docenti hanno pensato per voi inserendole nel registro elettronico. Troverete nel tutorial la spiegazione di come accedere all’area. Vi invito pertanto a guardare quotidianamente nel RE e a mantenere i contatti con i vostri insegnanti.

È il tempo della responsabilità, quindi mi auguro tanto che sappiate usarlo senza spenderlo troppo in videogiochi e social, ma quanto nella lettura di un libro che vi incuriosisce, nell’approfondire qualche argomento che ha suscitato in voi interesse, nella conoscenza di qualche programma del PC che può tornarvi utile, …

Dobbiamo riorganizzare la nostra quotidianità in famiglia e a scuola.

Vi aggiorneremo quando sarà possibile utilizzare qualche altro strumento che favorisca la didattica a distanza.

Intanto cordialmente saluto tutti/e

                                                                                               Il Dirigente Scolastico

                                                                                                    Licia Marozzo

Attachments:

MISURE DI INFORMAZIONE E PREVENZIONE

Fermo restando quanto previsto per l’intero territorio nazionale con il DPCM 4 marzo 2020 e con il DPCM 8 marzo 2020, sono adottate nel territorio regionale calabrese le misure urgenti indicate nell'Ordinanza del Presidente della Giunta della Regione Calabria n. 3_2020.

1. A chiunque arrivi in Calabria o vi abbia fatto ingresso negli ultimi quattordici giorni dopo aver soggiornato in zone a rischio epidemiologico, come identificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e: -nella Regione Lombardia - nelle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia dove è stata dimostrata la trasmissione locale del virus (DPCM 08 marzo 2020 l’aggiornamento del quale potrà essere conosciuto attraverso il sito istituzionale del Ministero della salute e della Regione), si applica la misura della quarantena obbligatoria con sorveglianza attiva.

2. Chiunque si trovi nelle condizioni di cui al punto 1, deve comunicare tale circostanza direttamente - ovvero attraverso il proprio Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera scelta, oppure telefonando al numero verde regionale 800-767676 - al Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Sanitaria Provinciale territorialmente competente, che adotterà le misure già previste nell’Ordinanza n. 1/2020.